PIU’ SPAZIO ALLA MEDIAZIONE CON IL NUOVO PNRR – della dottoressa Elisabetta Mutti

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

PIU’ SPAZIO ALLA MEDIAZIONE CON IL NUOVO PNRR

 

Il piano nazionale di ripresa e resilienza del governo Draghi passa anche per la

 

riforma  del processo civile che dovrebbe toccare il settore ADR

La mediazione è elemento essenziale per garantire una maggiore efficienza della giustizia civile. Per questo motivo tale piano nazionale pone l’accento sulla necessità di “una giustizia preventiva e consensuale”

IL PNRR, nell’esercizio della riforma del processo civile, si pone l’obiettivo di

 

sostenere  una diffusione ampia degli strumenti alternativi al processo per la risoluzione delle controversie.  A livello pratico, tale obiettivo si concretizza, con riferimento alla mediazione, nella garanzia di una migliore e più estesa applicabilità dell’istituto. Gli interventi messi in cantiere si collocano su diversi piani:

  • Introduzione di incentivi economici e fiscali e di misure di favore sulle spese giudiziali sostenute dalle parti per la mediazione;
  • Approfondimento nell’ambito di applicazione della mediazione con verifica della possibilità di estendere la portata dell’istituto a settori diversi, ulteriori rispetto a quelli ricompresi attualmente nel suo ambito di operatività;
  • Sviluppo del rapporto tra mediazione giudizio, attraverso l’incentivo della mediazione delegata dal giudice.

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *