Emozioni buone e cattive: esistono? – di Lucia Di Palermo

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Sin da piccoli ci hanno insegnato che esistono emozioni buone ed emozioni cattive.

Non è proprio così:

tutte le emozioni possono essere buone o cattive a seconda dell’uso che ne facciamo ma soprattutto del giudizio che abbiamo su quell’emozione.
La paura se non diventa bloccante ci informa che siamo in pericolo e quindi ci permette di proteggerci;
la gioia quando è perennemente ricercata diventa pericolosa.

Ci hanno anche insegnato che le emozioni spesso non si mostrano, beh.. in realtà noi possiamo mostrare le nostre emozioni se vissute consapevolmente ma dovremmo evitare di “lanciarle” sugli altri.

Il mondo delle emozioni può sembrare difficile ma è più semplice di quanto si pensi… Infatti i bambini non riescono a dare loro un nome ma le vivono tutte senza vergogna… cosa che non riusciamo più a fare man mano che diventiamo adulti.
Qual è la differenza tra un adulto ed un bimbo? La consapevolezza!

 Le emozioni vissute in modo consapevole diventano nostre alleate.

A Lunedì, 

Lucia

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *