Mediazione e questioni condominiali – dell’avv. Elena Gorini

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Chi di noi non ha avuto problemi vol vicino rumoroso, oppure con la vicina del piano di sopra che innaffia i fiori sul balcone e fa gocciolare l’acqua sul balcone del condomino del piano inferiore, oppure si è dovuto scontrare con gli altri condomini a causa di una “ingiusta” delibera assembleare?
In tutti questi casi, attraverso il ricorso alla mediazione (che l’art 5 D.lgs 28/10 impone come condizione di procedibilitá della domanda giudiziale) le parti hanno la possibilità di definire la controversia cercando insieme una soluzione soddisfacente per entrambe, in tempi certi ed a costi contenuti.
E magari riuscendo pure a salvaguardare il rapporto personale.

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *