L’importanza dell’ascolto attivo e della comunicazione non verbale nella mediazione – della dottoressa Valentina Casarola

Condividi questo Articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Gli atteggiamenti del mediatore che esprimono un ascolto attivo ed efficace sono:

-il modo in cui siede al tavolo;

-l’espressione del viso;

-il contatto visivo con le parti;

Non bisogna inoltre dimenticare l’importanza delle parole.

Il mediatore deve trasmettere disinvoltura e attenzione, non deve apparire troppo invadente e non sembrare al contempo disinteressato.

Oltre alla comunicazione verbale bisogna prestare attenzione anche alla comunicazione non verbale.

Come nella comunicazione verbale anche il linguaggio del corpo del mediatore fornisce ai confliggenti delle informazioni e il mediatore deve esserne consapevole.

Altro da visitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.