La terzietà del Mediatore – dell’avvocato Paola Girolami

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

 

La terzietà del Mediatore è sicuramente un aspetto fondamentale nell’ambito della Mediazione.

Egli infatti è indipendente dalle parti, non ha mai avuto alcun rapporto con queste, è disinteressato alla specifica questione che verrà trattata nelle varie sedute ed è all’oscuro di tutti quei dettagli che caratterizzano la controversia.

 

Questa terzietà viene mantenuta per tutto il percorso della Mediazione perché solo in questo modo, astenendosi dal valutare le posizioni delle parti, riesce a garantire la sua imparzialità. Se così non fosse finirebbe per seguire le posizioni delle parti e quindi propenderebbe per l’una o per l’altra. Da terzo indipendente diventerebbe partecipe e parte.

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *