Accordo per evitare traumi alla prole -dell’avv. Marco Benecchi

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

 

Nella mediazione familiare di un divorzio  sarebbe auspicabile che il mediatore guidasse i coniugi a sottoscrivere un accordo per evitare traumi alla prole in un momento di forte vulnerabilità concordando anche  tutti i dettagli in ordine alla gestione dei figli e alla loro educazione .

Questo accordo dovrebbe comprendere tutti i temi (religione, cure mediche, percorso scolastico, ……..) che potrebbero generare discussioni e incomprensioni di coppia creando ulteriori problemi a chi il divorzio lo sta subendo.

In pratica occorre concordare una vera “lista” delle cosa da non fare e una sorta di “contrattualizzazione” di condotta.

I genitori dovranno impegnarsi ad essere collaborativi, condividere le informazioni scolastiche, mediche e di sicurezza dei figli e soprattutto nessuno di loro dovrà pronunciare frasi o attuare condotte che dequalifichino l’altro coniuge.

I minori non dovranno mai ricevere informazioni denigranti, squalificanti o assistere a comportamenti negativi di un genitore nei confronti dell’altro e non dovranno mai essere “usati” come mezzi di ricatto nei confronti dell’altro coniuge o dei nonni.

E’ essenziale che nel corso della mediazione  lo scontro tra le parti non si trasformi in un teatro in cui mettere in scena tutte le frustrazioni e i litigi fra le parti che arrivano a discutere per ogni banalità nella gestione dei figli dalla festa di compleanno al taglio dei capelli.

 

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *