Mediazione e procedimento monitorio – dell’avv. Elena Gorini

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Il mancato pagamento di fatture o, in generale, l’inadempimento di un’obbligazione pecuniaria, sfocia generalmente nel ricorso al procedimento monitorio e nella successiva fase esecutiva.
E’ vero che le tempistiche di questo procedimento sono più rapide e più economiche di quelle connesse ad una causa civile, ma… perchè non cogliere l’opportunità di ricorrere al procedimento di mediazione?
La mediazione ha tempi brevi e certi (può durare al massimo fino a tre mesi salvo concorde richiesta di proroga delle parti) e costi molto inferiori a quelli giudiziari. E, cosa da non sottovalutare, elimina il rischio di una esecuzione infruttuosa.
In ogni caso, il verbale di mediazione sottoscritto dagli avvocati costituisce titolo esecutivo.

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *