Mediazione e locazione – dell’avv. Elena Gorini

Condividi questo Articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Le cause in materia di locazione (commerciale e non) rientrano tra quelle assoggettate alla mediazione obbligata a pena di inammissibilità della domanda giudiziale.
Obbligatorietà che però non si applica ai procedimenti per convalida di licenza o sfratto se non nel momento in cui si verifica il mutamento del rito ex art. 667 cpc, ovvero a seguito dell’emissione dell’ordinanza di convalida.
In tempi difficili (si pensi a questi ultimi anni) la mediazione, anche in materia locatizia, offre concreti e notevoli vantaggi; non solo in termini di tempo e costi ma, da un punto di vista pratico nonché di salvaguardia del rapporto contrattuale, consente di ottenere un risultato soddisfacente per entrambe le parti coinvolte.

Altro da visitare

Mondo ADR

Conflitto e comunicazione – avv. Marco Benecchi

All’interno del conflitto le incomprensioni derivanti da una cattiva percezione di ciò che una delle due parti vuole comunicare con il linguaggio verbale e paraverbale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *