La triangolazione nella mediazione – della dottoressa Valentina Casarola

Condividi questo Articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Durante gli incontri di mediazione familiare può capitare che una delle parti cerchi di ottenere il sostegno e l’appoggio del mediatore a discapito dell’altra parte.

Le coppie, alla fine di una relazione, spesso cercano degli alleati che rischiano di essere coinvolti nel conflitto in una sorta di triangolazione.

I mediatori devono essere consapevoli di tale rischio e devono essere pronti a reagire in modo imparziale ed efficace.

Devono sempre garantire il coinvolgimento di entrambe le parti all’interno della mediazione garantendo sempre la massima imparzialità.

Altro da visitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.