La mediazione nelle liti ereditarie – dell’Avvocato Elena Gorini

Condividi questo Articolo

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email
Le persone che litigano per dividere un’eredità sono legate molto spesso da relazioni affettive e familiari complesse e problematiche ed il litigio sull’eredità diventa spesso un alibi per litigare sulle loro questioni affettive: a volte contendersi un patrimonio è un modo per (continuare a) contendersi l’affetto di chi non c’è più. Altre volte diventa un modo per riparare torti o disparità.
In questi casi la legge può regolare la divisione dei beni (dopo cause faticose e costose che invischiano le parti nelle aule dei tribunali), ma la lite e le emozioni negative persistono perché il conflitto dipende da relazioni familiari e da legami affettivi, da rapporti di forza e da mandati familiari che il diritto non può regolare.
La mediazione delle liti per causa di successione coinvolge proprio quei rapporti affettivi e relazionali tra gli eredi, che magari i coeredi fanno fatica a riconoscere, oltreché ad affrontare da soli. Anzi, gli eredi arrivano a delegare la gestione di una lite successoria agli avvocati proprio per evitare di confrontarsi con le persone che rappresentano i nodi lasciati irrisolti dal de cuius.
La mediazione aiuta i coeredi a discutere quelle “cose di famiglia” che sono il vero tema di conflitto, sepolto sotto il tema (più evidente) dell’asse ereditario, aiutandoli a trovare soluzioni coerenti con i loro interessi economici e con le loro esigenze relazionali.

Altro da visitare

Aggiornamenti e Attualità

DPL Como : la nuova sede è attiva !

DPL Mediazione & Co. è lieta di comunicarVi che è attiva e operativa la nuova sede di Como, via Brusadelli n. 57. E’ facilmente raggiungibile,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.